Ultime lettere di Jacopo Ortis

Ultime lettere di Jacopo Ortis Edizione integraleCon i suoi contenuti e con il suo stile questo libro ha dato inizio alla prosa italiana moderna Impostato come un romanzo epistolare lirico incentrato sulla drammatica vicenda senti

  • Title: Ultime lettere di Jacopo Ortis
  • Author: Ugo Foscolo Eraldo Affinati Paolo Mattei
  • ISBN: 9788854136854
  • Page: 145
  • Format: ebook
  • Edizione integraleCon i suoi contenuti e con il suo stile questo libro ha dato inizio alla prosa italiana moderna Impostato come un romanzo epistolare lirico, incentrato sulla drammatica vicenda sentimentale del giovane protagonista, perdutamente innamorato fino alla soluzione estrema del suicidio di una donna promessa a un altro, l Ortis al tempo stesso un romanzoEdizione integraleCon i suoi contenuti e con il suo stile questo libro ha dato inizio alla prosa italiana moderna Impostato come un romanzo epistolare lirico, incentrato sulla drammatica vicenda sentimentale del giovane protagonista, perdutamente innamorato fino alla soluzione estrema del suicidio di una donna promessa a un altro, l Ortis al tempo stesso un romanzo epico, in cui il giovane Foscolo volle esprimere la propria crisi politica, filosofica ed esistenziale Una crisi scaturita dal contrasto insanabile tra natura e storia, tra l a per la donna e l aspirazione alla gloria, tra il bisogno di pace e il tumulto delle passioni O mie speranze Si dileguano tutte ed io siedo qui derelitto nella solitudine del mio dolore.

    One thought on “Ultime lettere di Jacopo Ortis”

    1. Chiunque abbia detto che questo libro è una brutta copia dei Dolori del Giovane Werther è evidentemente un lettore superficiale.Mentre il romanzo di Goethe verteva unicamente sulle passioni, sui dolori e sulle avventure di Werther, senza l'inserimento di altri temi all'infuori di quello d'amore, Jacopo Ortis, nelle sue lettere a Lorenzo, si dimostra già da subito profondamente diverso. Jacopo non soffre solo per Teresa, donna che incarna l'ideale della "bellezza rasseneratrice" romantica e ch [...]

    2. Disperazione letteraria come antidoto per quella realeDa leggere quando sembra che va tutto storto come al protagonista di questo romanzo epistolare che è stato costretto ad andare in esilio e che si innamora di una donna già promessa ad un altro, per affrontare il tutto con più coraggio, senza scegliere come fa il protagonista il suicidio come soluzione, ma scegliendo come ha fatto Foscolo, dopo aver sfogato le sue delusioni politiche ed amorose, scrivendo questo libro, di continuare a viver [...]

    3. Lo avevo già letto 2 anni fa, ma non lo avevo apprezzato, non capendolo del tutto. Adesso lo vedo con una luce totalmente diversa. È bellissimo, molto. Ha una profondità che colpisce, ed è senza tempo.A chi non è piaciuto, consiglio di rimetterlo sullo scaffale e lasciarlo lì, per almeno un anno. Poi rileggerlo e vedere se la vostra opinione è cambiata, secondo me si.

    4. Secondo le mie ricerche, "Ultime lettere di Jacopo Ortis" è "il primo romanzo epistolare nella letteratura italiana".Dopo aver letto anche "I dolori del giovane Werther", diventa "il primo romanzo epistolare COPIATO nella letturatura italiana"?I personaggi principali sono tre in entrambe le opere.Jacopo, Teresa e Odoardo sono i protagonisti di "Ultime lettere di Jacopo Ortis".Werther, Charlotte e Albert sono, invece, i protagonisti de "I dolori del giovane Werther".Casualità? Ma andiamo avanti [...]

    5. Questo è stato il mio terzo tentativo con Jacopino. I primi due erano falliti miseramente: non ero arrivata oltre pagina 3. Mi sembrava incredibilmente pesante e noioso. Poi, complici anche un paio di recensioni incoraggianti (tipo quella della Rakkaus, anche se m'ha detto il finale), ho riprovato senza partire prevenuta: ho scoperto un gran bel libro. Oddio, pesante è pesante. Ma vi dirò, Jacopo non è poi così diverso da me o, credo, da tantissimi altri ragazzi della mia età. Cioè, non p [...]

    6. Up until now, I had totally forgotten about this bookI read is right after "The Sorrows of Young Werther" and I definitely enjoyed that one moreI can't say that it's a bad book because it's an italian classic and its importance in literature is not something to be underrated. It just wasn't for me.

    7. What a beautiful book! Although a bit challenging to read, the story is very well written and touching, and the historical setting is extremely intriguing. It's the closest thing to poetry I have ever enjoyed.

    8. In realtà sarebbe un 3,5. Lo stile è un po' troppo antico, per quanto si dica che i classici sono immortali, qui si sente il peso degli anni. Un paio di punti me li sono segnati perché meritevoli di citazioni.

    9. Adorato. Non importa che la trama sia ricalcata su una colonna del romanzo epistolare Quando qualcuno sa scrivere così magnificamente come Foscolo riesce a fare, tutto il resto passa in secondo piano. Un'opera italiana linguisticamente sublime, che si dovrebbe leggere e rileggere.

    10. Será en Venecia en donde Ugo Foscolo, se había trasladado en 1792 desde la isla de Zante a la República Serenísima, conozca, más que posiblemente, el Werther. Venecia, durante el siglo XVIII, fue uno de los centros de mayor difusión de novelas italianas, pero también extranjeras, donde se publicaban la mayor parte de las traducciones de los novelistas conocidos como sentimentales, del estilo de Fielding, Richardson y otros como Defoe y, por supuesto Goethe. Venecia era una localidad civil [...]

    11. Diciamolo subito e non pensiamoci più: ho amato I dolori del giovane Werther . Uno di quegli amori letterari che capita ben poche volte nella vita di un lettore (purtroppo). Quindi, sebbene abbia cercato in tutti i modi di combattere i pregiudizi e di leggere senza pensieri Le ultime lettere di Jacopo Ortis , la pietra di paragone era sempre dietro l'angolo, immutabile, inamovibile. Inutile fingere il contrario. E non fingerò nemmeno nella recensione, in cui spiegherò perché un romanzo mi ha [...]

    12. Il libro è interessante per due motivi: lo sguardo che offre sulla storia italiana e la forza della scrittura. Jacopo Ortis è un giovane disilluso dalla situazione del paese, gli ideali in cui credeva sono crollati rovinosamente e si trova in uno stato di profonda depressione (allegria portami via). A questo si aggiunge un amore infelice con la bella Teresa: promessa a Odoardo. Foscolo descrive l'italia dell'epoca; giovani senza lavoro, politici corrotti, uomini sul lastrico e università che [...]

    13. Primo incontro con Foscolo dopo il liceo, parziale delusione ma comunque una lettura piacevole.Avendo letto un po' di tempo fa " Werther" mi sembrava logico affrontare questa lettura mentre ancora avrei potuto confrontarla con l'altro. L'ho trovato chiaramente molto diverso dall'opera di Goethe, essendoci una riflessione politica che nell'altro sussurrava solamente, e sinceramente mi è piaciuto di più, nonostante non l'abbia amato perdutamente.Sinceramente vi suggerirei un'altra edizione, perc [...]

    14. L'ho trovato meraviglioso. La tragica disillusione di un uomo che vede la propria patria svenduta e si ritrova esule, che assiste al suo amore calpestato da interessi economici insormontabili. Pagine, lettere, frasi di dolore intenso, lacerante, come quelle in cui il protagonista dialoga con la natura, riflettendo insieme a lei sul suo gesto disperato, ma inevitabile. Molti lo trovano difficile per la lingua del Foscolo: sicuramente non è una lettura leggera, ma lo sforzo verrà ripagato dalle [...]

    15. I due temi di eccellenza nel genere del romanticismo che il Foscolo rappresenta: la politica intesa come un forte sentimento patriottico e l'amore ancora con i canoni della donna angelo dantesca, si incontrano perfettamente in questo grande romanzo a carattere autobiografico. Incredibilmente accattivante lo stile del Foscolo che richiama proprio i tempi passati facendoci respirare quasi la sua stessa aria. Commovente il breve passo in cui Jacopo si pone domande sulla sua origine, tentando di mot [...]

    16. Quando ho iniziato questo libro ero molto scettica, ma devo dire che mi sono ricreduta. Mi sono completamente innamorata del protagonista, un ragazzo che, seppure infelice, vive la vita lasciandosi dominare dalla passione. Per me questo è stato un libro davvero formativo che mi ha permesso di vedere la vita in modo diverso e mi dispiace davvero che molte persone non lo apprezzino perché, secondo me, se letto nel modo giusto, può lasciare davvero tanto.

    17. Le ultime lettere di Jacopo Ortis e un piacevole romanzo epistolare scritto al epoca del Risorgimento. Il protagonista viene travolto dal suo amore per la patria e la sua passione per Teresa, una giovane destinata a sposare un altro. Le sofferenze di Jacopo non possono trovare la loro fine che nel al di la.

    18. ci sono senza dubbio riflessioni molto profonde e di validita' senza tempo ma il continuo tono misantropico/negativo e la struttura del linguaggio dell'italiano dell'epoca sono stati sufficienti a farmi perdere l'interesse per questo classico della letteratura italiana

    19. Molto bello, ma avendolo letto subito dopo "I dolori del giovane Werther" non ho faticato a trovare le analogie che, forse, mi hanno fatto apprezzare di meno il libro.

    20. ho adorato il modo di scrivere e sopratutto i sentimenti politici che sono vicinissimi ai miei attuali nei confronti di quest'Italia schiavizzata dall'Europa.

    21. Bisogna porre un limite alla cattiva fama che aleggia intorno a questo testo, visto come una 'copia' del ben più famoso Werther. Tenterò di farlo in questo mio commento. Prima di tutto, ci troviamo in un'epoca in cui si diede molta importanza all'arte classica: per quest'ultima era fondamentale l'imitazione dei modelli della tradizione, quindi ogni poeta attingeva dal vecchio per poter costruire il suo nuovo. Qualcosa di completamente diverso, visto questo tipo di sensibilità, non sarebbe sta [...]

    22. Il romanzo mi è piaciuto più de I dolori del giovane Werther, non mi è parso affatto una brutta copia del testo di Goethe - come da molti sostenuto - piuttosto una splendida rivisitazione. Il dolore per la donna amata si mescola con la sofferenza per l’amata patria: “terra prostituita premio sempre della vittoria” (p. 4). Emerge con forza l’inquieta, solitaria ed eroica personalità foscoliana, con riflessioni esistenziali acute ed amare, che non dovettero passare inosservate a Leopar [...]

    23. non ho dato una stella solo perché è Foscolo ed ho rispetto per lui ed anche perché il mio è un giudizio estremamente personale, quindi non mi sentivo di caricarlo troppo negativamente.lo stile è strabiliante, insomma, è Foscolo e chiunque sa quali fossero le sue capacità; è in grado di catturare gli animi e le sensazioni e di descriverle in maniera sconvolgente, alcuni si sorprenderebbero nel leggerlo, identificandosi nell'animo dell'Ortis.e qui arriviamo al punto cruciale: io non mi ci [...]

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *