La guerra del basilico

La guerra del basilico Un alga assassina la Caulerpia Taxifolia infesta in modo misterioso la Riviera di Ponente e minaccia tutto il Mediterraneo Sandra una biologa italiana in missione a Montecarlo per collaborare col M

  • Title: La guerra del basilico
  • Author: Nico Orengo
  • ISBN: 9788806182960
  • Page: 254
  • Format: Paperback
  • Un alga assassina, la Caulerpia Taxifolia, infesta in modo misterioso la Riviera di Ponente e minaccia tutto il Mediterraneo Sandra, una biologa italiana in missione a Montecarlo per collaborare col Museo Oceanografico, trova alloggio solo al di qua della frontiera, all albergo Tropicana , crocevia di storie e personaggi in fuga, nonch teatro di una storia d a perduUn alga assassina, la Caulerpia Taxifolia, infesta in modo misterioso la Riviera di Ponente e minaccia tutto il Mediterraneo Sandra, una biologa italiana in missione a Montecarlo per collaborare col Museo Oceanografico, trova alloggio solo al di qua della frontiera, all albergo Tropicana , crocevia di storie e personaggi in fuga, nonch teatro di una storia d a perduta nel tempo i cui unici indizi restano una gonna gialla e una spropositata pianta di basilico Sui moduli della commedia brillante tinta di giallo, il romanzo di Nico Orengo racconta storie di feticismo e di collezionismo, i misteri di una grande attrice giunta a Monaco, da oltreoceano, per girare Caccia al ladro con Hitchcock e le rivalit di un gruppo di scienziati intorno a un gravissimo problema di inquinamento Il tutto visto da un albergo che si sfascia, giorno dopo giorno, metafora di un Italia per troppo tempo pilotata come un Titanic.

    One thought on “La guerra del basilico”

    1. Sandra Piovano, biologa dell'università di Torino, si trova a Montecarlo per lavorare sull'alga assassina Caulerpia Taxifolia. La collaborazione che riceverà sarà nulla, ma deve tentare. Intanto il soggiorno parte nel peggiore dei modi perchè l'albergo non ha la camera e le tocca tornare 3 chilometri oltre la frontiera, al Tropicana, alberghetto che lascia venire parecchi dubbi sulle sue capacità, ma anche ricco di personalità e di personaggi particolari, soprattutto il maitre Adriano, in [...]

    2. Non ho avuto il coraggio di finire questo libro. Storia che ricorda un brutto cinepanettone, che vuole essere divertente ma che non lo è, personaggi macchietta, situazioni assurde e, in un caso particolare che mi rifiuto di riportare, aberranti. Tutto questo unito a vari errori e scivoloni, tra i quali chiamare la pianta Caulerpia invece di Caulerpa e, gravissimo, l'uso del termine 'negra' per indicare un'attrice porno di origine africane (non è accettabile, perché la vicenda non è ambientat [...]

    3. molto, molto, moltissimo mal scritto. vagonate di virgole buttate a caso, ortografia e sintassi approssimative, errori vari (tipo i Grimaldi che vengono chiamati i Ranieri, o la stessa alga protagonista, che per tutto il romanzo viene chiamata Caulerpia invece di Caulerpa), un personaggio che cambia nome a metà libro, cose così. la storiella è graziosa, ma non basta. mi ha stupito. in negativo, ovviamente.

    4. Una commedia brillante in bilico tra la realtà e l'assurdo, che mescola elegantemente vere preoccupazioni per lo stato del mare, con annessi dubbi sull'efficienza dei baroni delle scienze, con una storia tutto sommato anche plausibile riguardante la giovane Grace Kelly.A tenere assieme il tutto una serie di personaggi strampalati e una mirabolante pianta di basilico, oltre alla scrittura sempre lieve e divertente di Nico Orengo.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *